Gli incentivi previsti dal PNRR per il passaggio all’idrogeno

26 Mag 2022

Il Governo italiano ha inserito il tema dell’idrogeno tra gli incentivi del PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, approvato nel 2021 per rilanciare l’economia dopo la pandemia di COVID-19.

In particolare, il Governo ha stanziato quasi 4 miliardi di euro per lo sviluppo della filiera nazionale dell’idrogeno.
Infatti, il percorso di transizione energetica verso la decarbonizzazione prevede che l’Italia debba installare almeno 5 GW di capacità di elettrolisi entro il 2030.

Nello specifico, l’elettrolisi è il processo che, grazie all’apporto di energia elettrica, determina la scomposizione delle molecole di acqua in ossigeno ed idrogeno.
Questo processo viene realizzato da una apparecchiatura detta elettrolizzatore.

Dato che i costi di questa tecnologia sono ancora molto elevati, gli incentivi governativi sono uno strumento imprescindibile per avviare in tempi rapidi la nascita di una filiera dell’idrogeno.

Vediamo nel dettaglio il decreto che dà attuazione all’Investimento 5.2 sulla «Competitività e resilienza delle filiere produttive» del PNRR.

Il Decreto per progetti di sviluppo dell’idrogeno verde

Il ministro della Transizione Ecologica italiano, Roberto Cingolani, ha firmato recentemente il Decreto che dà attuazione alla misura dell’Investimento 5.2 del PNRR dedicata all’idrogeno.

La norma mette a disposizione 450 milioni di euro per finanziare progetti finalizzati allo sviluppo della filiera dell’idrogeno verde.

Inoltre il Decreto del MiTE (Ministero della Transizione Ecologica) ripartisce le risorse del PNRR tra le diverse linee progettuali individuate per la realizzazione di impianti per la produzione di elettrolizzatori.

L’obiettivo dell’Investimento 5.2 è di realizzare, entro giugno 2026, una filiera italiana con stabilimenti che producano elettrolizzatori e componenti associati, per una potenza complessiva annua di almeno 1 gigawatt.
Il raggiungimento di questo quantitativo annuo di potenza consentirà di soddisfare la domanda di idrogeno verde.

Si tratta di un percorso lungo e complesso, che richiede tecnologie idonee e competenze specifiche.

Clicca sul sito istituzionale per approfondire il PNRR: Italia Domani, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

Se, invece, vuoi maggiori informazioni sulla transizione ecologica, visita la “missione” del PNRR dedicata alla Rivoluzione verde.

Simplifhy, fornitore unico per la realizzazione di impianti a idrogeno

In questo contesto di nuove misure e incentivi per la decarbonizzazione, noi di Simplifhy ci proponiamo come fornitore unico per la realizzazione di soluzioni basate sull’impiego dell’idrogeno, con un’offerta completa e personalizzata.

La nostra comprovata competenza, unita all’esperienza pluriennale nel campo dell’energia e dell’idrogeno, ci permette di progettare soluzioni innovative per la produzione, lo stoccaggio, e l’utilizzo dell’idrogeno.

In particolare, ci occupiamo di:

  • Consulenza per la progettazione e implementazione di impianti a idrogeno “custom-made”
  • Fornitura di apparecchiature e realizzazione di impianti completi per la produzione e l’utilizzo dell’idrogeno
  • Supporto alle aziende estere che vogliono realizzare soluzioni per la produzione e per l’utilizzo dell’idrogeno sul territorio italiano
  • Bandi nazionali ed europei per il finanziamento e la realizzazione di progetti innovativi per la decarbonizzazione con tecnologie basate sull’utilizzo dell’idrogeno.

Contattaci se hai bisogno di una consulenza personalizzata per sfruttare gli incentivi del PNRR sull’idrogeno verde.

In Simplifhy offriamo strategie e sistemi per la decarbonizzazione dell’industria attraverso l’impiego di tecnologie basate sull’utilizzo dell’idrogeno come vettore energetico e come carburante alternativo.

I nostri progetti e i nostri impianti sono realizzati su misura per ogni realtà.

Articoli correllati